Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Settori

Accumulatore fotovoltaico: breve guida all’acquisto

foto news

28 aprile 2017 Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Alcuni consigli per l’acquisto di un sistema di accumulo da associare all’impianto fotovoltaico per massimizzare l’investimento e l’autoconsumo di energia prodotta.

Abbiamo già parlato dei motivi per cui conviene installare un sistema di accumulo, dei costi e di quanto è possibile risparmiare associando una batteria all’impianto fotovoltaico.

Per chi si sta avvicinando solo ora all’argomento, un accumulatore immagazzina l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico per renderla disponibile nei momenti di maggiore bisogno: ad esempio la sera, quando il rendimento dell’impianto comincia a calare e la richiesta di elettricità aumenta.

Se siete i felici possessori di un impianto fotovoltaico o se state valutando di installare una soluzione completa con fotovoltaico più accumulatore, ci sono alcuni punti importanti da tenere in considerazione nella scelta del giusto dispositivo e nella sua installazione.

Non fidarti di marchi sconosciuti

Il discorso è molto semplice: se un’azienda è attiva da diversi anni nel settore ed è conosciuta e citata spesso dagli addetti ai lavori, molto probabilmente si tratta di un costruttore affidabile che investe in ricerca per offrire al cliente prodotti validi e di qualità.

Scegliere un marchio conosciuto può comportare un prezzo leggermente più elevato rispetto ad altre aziende poco o quasi sconosciute, ma l’affidabilità maggiore e spesso i servizi aggiuntivi, come la garanzia sul dispositivo, ripagano ampiamente la spesa nel tempo.

Rivolgerti a uno specialista ti permette di conoscere i modelli più diffusi e rispondenti alle tue reali necessità.

Scegli la taglia giusta

È importante scegliere la taglia giusta per la propria batteria di accumulo: dalla dimensione dipende infatti non solo la sua capacità ma anche la sua durata nel tempo poiché influisce sui cicli di carica e scarica del dispositivo. In media una famiglia italiana consuma circa 8 kWh al giorno: in questo caso un sistema di accumulo con capacità di scarica di 4 kW potrebbe essere sufficiente.

Uno professionista può aiutarti a fare un’analisi dettagliata dei consumi per individuare la taglia giusta dell’accumulatore da installare.

Detrazioni fiscali per sistemi di accumulo

Anche per il 2017 è possibile usufruire delle detrazioni fiscali al 50% per l’installazione di un impianto fotovoltaico e di un sistema di accumulo. È bene informarsi sulle procedure da seguire per farne richiesta o affidarsi a specialisti che offrono un supporto anche per quanto riguarda questa pratica.

Occhio a non perdere gli incentivi

Chi ha un impianto fotovoltaico incentivato con il Conto Energia e desidera aggiungere un accumulatore al sistema deve fare molta attenzione: ci sono alcuni punti importanti da tenere in considerazione, come le caratteristiche del dispositivo, che devono essere conformi alle disposizioni contenute nelle delibere 574/2014 e 642/2014 dell’AEEGSI e alle regole tecniche emanate dal GSE, e l’iter da seguire nell’installazione, che deve rispettare certi criteri.

Se il dispositivo non è conforme o se la procedura non è corretta, si rischia di perdere gli incentivi del Conto Energia o il riconoscimento dei prezzi minimi garantiti. Un installatore professionista può aiutarti sicuramente a scongiurare questa eventualità consigliandoti per il meglio.

Meglio il fai da te o rivolgersi a un professionista?

Le batterie di accumulo sono dispositivi sempre più sicuri e affidabili a patto che l’installazione venga fatta a regola d’arte! Per evitare brutte sorprese in casa e per non rischiare di danneggiare la batteria è consigliabile rivolgersi a uno specialista. Alcuni accumulatori poi, come ad esempio il Tesla Powerwall 2, possono essere installati solo da professionisti certificati che hanno seguito e superato un corso di formazione ufficiale dell’azienda.

 

Come avrai notato i vantaggi di rivolgersi ad un professionista sono molteplici: messi insieme ti permettono di effettuare questo passo in tutta tranquillità e di lasciarti godere solo i benefici e il risparmio che l’installazione un sistema di accumulo garantisce.

Confronta 4 preventivi per gli accumulatori


Può interessarti anche