Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Cappotto termico e coibentazione tetti

Settori

Cos'è e a cosa serve il cappotto termico?

foto news

07 aprile 2017 Cappotto termico e coibentazione tetti

L’isolamento termico di un edificio ti permette di risparmiare sulle spese per il riscaldamento e per la climatizzazione degli ambienti.

Vivi in una mansarda e ogni estate boccheggi? La tua casa è esposta al sole durante tutto il giorno e sei costretto a fuggire verso luoghi più freschi? Oppure d’inverno spendi un patrimonio in riscaldamento ma in casa batti sempre i denti per il freddo?

Se ti sei ritrovato in almeno una di queste situazioni forse la tua casa ha bisogno di un cappotto termico! Cos’è? Te lo spieghiamo subito!

Cosa si intende per cappotto termico?

Con cappotto termico, o isolamento a cappotto, si intende un intervento mirato ad aumentare l’isolamento termico di un edificio per mezzo di materiale isolante disposto sulle superfici perimetrali: le pareti e il tetto.

L’isolamento termico ha una doppia funzione: nei mesi freddi trattenere il caldo all’interno proteggendo dal freddo e nei mesi caldi proteggere dal caldo esterno.

Per effettuare questo intervento è possibile utilizzare diversi materiali e diverse modalità di installazione.

Materiali per il cappotto termico

Vengono utilizzati diversi materiali per la realizzazione del cappotto termico che hanno ovviamente proprietà  termoisolanti e possono essere distinti in tre grandi gruppi: materiali sintetici, minerali e vegetali.

  • Isolanti sintetici: sono derivati chimici e del petrolio come il polistirene espanso (EPS), il polistirene estruso (XPS), il poliuretano e il polietilene; hanno un basso costo e sono facili da installare;
  • Isolanti minerali: sono ad esempio la lana di roccia, la lana di vetro e l’argilla espansa; sono resistenti a umidità e muffe, sono biodegradabili e molto duraturi;
  • Isolanti vegetali e animali: come la fibra di legno e di sughero, la cellulosa e la lana; sono i materiali più sostenibili, hanno un’elevata traspirabilità (permettono all’umidità interna di uscire all’esterno evitando la formazioni di muffe) ma sono anche i più costosi.

Minore è il valore di conducibilità termica del materiale, maggiore è la sua capacità di isolamento termico. Di norma, un maggiore spessore del rivestimento garantisce una capacità isolante maggiore anche se alcuni nuovi isolanti sintetici permettono di ridurre lo spessore a parità di capacità isolante.

Cappotto termico interno o esterno?

Il cappotto termico può essere eseguito sia all’interno che all’esterno di un edificio. In base alla specifica situazione può convenire l'una o l'altra tipologia di installazione:

  • Cappotto termico interno: viene scelto spesso per edifici già esistenti e per il prezzo generalmente inferiore; permette anche di effettuare questo intervento su singole unità, ad esempio in un solo appartamento invece che in tutto il condominio; ha il difetto di diminuire lo spazio abitativo interno e di essere meno efficace;
  • Cappotto termico esterno: viene scelto di solito per i nuovi edifici e per le ristrutturazioni; l’intervento viene fatto all’esterno delle pareti dell’edificio ed è più efficiente ma anche più costoso.

Perché installare il cappotto termico?

Sicuramente avrete già intuito i motivi per cui conviene installare il cappotto termico:

  • Aumenta il benessere all’interno della casa: l’isolamento termico dal caldo e dal freddo garantisce una temperatura più stabile e piacevole;
  • Permette di risparmiare sui costi per il riscaldamento e il raffrescamento: impedendo al calore di entrare in estate si può risparmiare sull’energia per i condizionatori; viceversa, d’inverno, trattenendo maggiormente il calore all’interno e impedendo al freddo di entrare, è possibile accendere meno l’impianto di riscaldamento;
  • Aumenta l’efficienza energetica dell’edificio: il cappotto termico migliora la classe energetica dello stabile;
  • Aumenta il valore dell’immobile: una casa con un’efficienza energetica maggiore acquisisce più valore e nel caso di vendita dell’immobile aumenta le probabilità di trovare un acquirente.

Detrazioni fiscali per il cappotto termico

Il cappotto termico contribuisce al miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio e quindi rientra tra gli interventi detraibili fino al 65% grazie all’Ecobonus, valido anche per il 2018.

confronto preventivi cappotto termico


Può interessarti anche