Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Impianti di riscaldamento

Settori

Cos’è il coefficiente di prestazione?

foto news

28 ottobre 2016 Impianti di riscaldamento

Se siete alla ricerca della pompa di calore adatta alle vostre esigenze vi sarete sicuramente imbattuti nel Coefficiente di Prestazione nelle varie schede tecniche analizzate. Vi spieghiamo di cosa si tratta.

La pompa di calore è un dispositivo in grado di generare calore, o di raffrescare l’aria, sfruttando la differenza di temperatura tra due ambienti – l’ambiente interessato, come l’interno di una casa, e l’ambiente esterno.

Per effettuare questa operazione si serve di energia elettrica o di gas. L’energia impiegata nel processo è di norma molto inferiore al quantitativo di energia termica prodotta, il che rende questo tipo di dispositivi tra i più efficienti, in particolar modo per quanto riguarda il riscaldamento.

A seconda se si tratti di una pompa di calore per il riscaldamento o per il raffrescamento – o per entrambi – il rendimento di un dato dispositivo viene espresso dal coefficiente di prestazione e dal rapporto di efficienza energetica.

Il coefficiente di prestazione

Il coefficiente di prestazione – indicato con l’acronimo COP, Coefficient Of Performance – indica il rapporto tra l’energia resa, sotto forma di calore, e l’energia impiegata nel processo di estrazione.

In pratica esprime quanta energia viene utilizzata dalla pompa di calore per ottenere una certa quantità di calore.

L’indice di efficienza energetica

Il rapporto di efficienza energetica – indicato con l’acronimo EER, Energy Efficiency Ratio – indica il rapporto tra l’energia termica rilasciata, in questo caso sotto forma di aria fredda, e l’energia impiegata per ottenerla.

 

Per capire meglio i due parametri facciamo un esempio: se abbiamo una pompa di calore elettrica per il riscaldamento, che ha un coefficiente di prestazione pari a 4, questo vuol dire che utilizza 1kW per produrre 4kW sotto forma di energia termica per riscaldare l’ambiente.

Questi due parametri sono variabili e dipendono dal tipo di dispositivo e dalla differenza di temperatura tra gli ambienti interessati. Il loro calcolo viene effettuato in particolari condizioni di temperatura e con la pompa in funzione a pieno regime. Dal momento che nell’uso giornaliero è raro che la pompa di calore lavori alle condizioni di prova, con carichi per lo più parziali, spesso il COP - o l’EER - reale supera il suo valore nominale, riportato nelle schede tecniche.

A cosa servono il COP e l’EER

Coefficiente di prestazione e rapporto di efficienza energetica esprimono quindi il rendimento di una pompa di calore nel riscaldare o nel raffrescare l’ambiente: maggiore è il COP o l’EER, maggiore è l’efficacia della pompa di calore nello svolgere il suo compito con un dispendio energetico minore.

Queste due misure sono utili ai consumatori per  confrontare il rendimento energetico di diverse pompe di calore a determinate condizioni di lavoro e temperatura, aiutandoli così nella scelta del dispositivo più adatto alle proprie esigenze.

confronta preventivi pompe di calore


Può interessarti anche