Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Impianti di riscaldamento

Settori

Impianti di riscaldamento: quali sono i migliori?

foto news

15 dicembre 2017 Impianti di riscaldamento

Le rigide temperature ci spingono a trascorrere più tempo al caldo in casa. Quali sono i migliori impianti di riscaldamento? Come risparmiare sul riscaldamento? Ecco un confronto tra vantaggi e svantaggi della pompa di calore e della caldaia a condensazione.

 

Temperature fredde e aumenti vertiginosi dei costi in bolletta, l’inverno è anche questo. Qual è la soluzione per risparmiare sul riscaldamento in inverno? In primis bisogna abbandonare i vecchi impianti e passare a nuove tecnologie più avanzate e maggiormente performanti.

Vi proponiamo due alternative, differenti per costi, prestazioni e risparmio, ma entrambe valide rispetto a forme tradizionali di impianti di riscaldamento. Potrai migliorare il tuo impianto di riscaldamento attraverso l’installazione di una pompa di calore o di una caldaia a condensazione.

Vediamo insieme i pro e i contro di queste due soluzioni.  

 

Come funziona una pompa di calore?

Le pompe di calore sono impianti altamente tecnologici e green poiché permettono sia il riscaldamento che il raffrescamento dell’ambiente senza produrre inquinamento. Utilizzando fonti energetiche rinnovabili e gratuite, la pompa di calore sfrutta il calore presente in natura, nell’aria, nell’acqua o nella terra.

Le più comuni sono quelle aria-acqua (non sono quelle con prestazioni più elevate, ma offrono un miglior rapporto qualità/prezzo). Si sfrutta il calore presente nell’aria esterna per azionare un sistema chiamato “Ciclo di Carnot” per portare il calore da una fonte esterna, in questo caso l’aria, ad una fonte più fredda, il liquido contenuto nell’impianto termico.

Per una spiegazione più puntuale rimandiamo a questo articolo, qui ci limitiamo ad elencare i parametri più importanti da valutare nell’acquisto di una pompa di calore.

  • L’efficienza della pompa di calore. Misurata in COP (Coefficiente di Performance). È un parametro numerico che deve essere sempre maggiore di 1 e di solito compreso fra 3 e 6.
    Quello indicato nelle schede tecniche è il COP nominale che viene misurato, in maniera forfettaria, con una temperatura esterna di +7°.
  • Fattore di prestazione stagionale SPF o sCOP (Coefficiente di Performance Stagionale). Questo parametro ti aiuta a valutare il funzionamento stagionale della pompa di calore in base alle condizioni climatiche esterne.
    Il numero indicato è frutto del rapporto tra l’energia termica fornita durante il periodo invernale in kWh e l’energia elettrica richiesta dal sistema nello stesso periodo.

 

A chi conviene installare una pompa di calore?

Dotarsi di un impianto di riscaldamento con pompa di calore può farti risparmiare molto in bolletta e il ritorno dall’investimento potrà avvenire, se utilizzato nelle giuste modalità, in tempi brevi.
Eppure ci sono anche delle criticità da tenere in considerazione. Uno degli svantaggi che è doveroso riportare consiste nel funzionamento non perfettamente efficiente a basse temperature esterne.
Per questo motivo è una tecnologia termica che viene consigliata in regioni con climi più miti e quasi mai in montagna, visto che a temperature al di sotto dei 20° la resa di una pompa di calore non è delle migliori.

A questo limite delle pompe di calore si può facilmente ovviare, nel caso in cui si voglia comunque una tecnologia sostenibile e che faccia risparmiare, con una caldaia ibrida.

 

Come funziona una caldaia a condensazione?

L’impianto di riscaldamento con caldaia a condensazione, rispetto ad un impianto con caldaia tradizionale, permette di ridurre significativamente i consumi e le emissioni inquinanti (anidride carbonica e ossidi di azoto). La tecnologia della caldaia a condensazione utilizza il calore presente nei fumi di scarico per riscaldare l’acqua all’interno del sistema.
Il risparmio può arrivare fino al 30%, grazie, appunto, al recupero del calore dei fumi di scarico, che nelle tradizionali caldaie va disperso insieme ai fumi.

Ovviamente il risparmio nell’utilizzo di una caldaia a condensazione non sarà uguale a quello che produrrà una pompa di calore, a fronte però di una minore spesa iniziale.

Per un approfondimento sulle caratteristiche di una caldaia a condensazione rimandiamo a questo articolo.

 

 

È chiaro che entrambe le soluzioni saranno più efficienti se rapportati anche ad interventi di efficientamento energetico generale: una casa ottimamente coibentata avrà un risparmio maggiore rispetto ad un’altra con lo stesso impianto di riscaldamento ma meno efficiente dal punto di vista della coibentazione, poiché la stessa quantità di calore emessa dal sistema di riscaldamento sarà perso con meno facilità.

Vi proponiamo una breve tabella riassuntiva con le caratteristiche vantaggiose di entrambi i sistemi di riscaldamento, aggiungendo che, per entrambi i sistemi di riscaldamento sono previste detrazioni fiscali fino al 65%, sulla base dell’intervento realizzato.

 

Caldaia a condensazione:

  • Basso investimento iniziale
  • Minori consumi rispetto alle caldaie tradizionali
  • Minori emissioni di fumi dannosi
  • Più efficiente rispetto alle tradizionali caldaie (più del 100%)

Pompa di calore:

  • Nessuna emissione dannosa, utilizzo energie green
  • Indipendenza energetica
  • Aumento della classe energetica dell’edificio
  • Impianto termico utilizzabile anche nei periodi estivi

 

Quale impianto di riscaldamento scegliere?

In conclusione, tanto le pompe di calore quanto le caldaie a condensazione sono opzioni valide, entrambe presentano vantaggi in termini di risparmio ed efficienza ed entrambe presentano degli svantaggi. Tuttavia pro e contro della pompa di calore e della caldaia a condensazione non possono essere valutati in maniera generale e senza uun sopralluogo preliminare.

 


Per questo consigliamo sempre di rivolgersi ad un professionista che, sulla base delle tue esigenze e delle condizioni dell’edificio e dell’ambiente circostante, possa fare una valutazione che tenga conto degli svantaggi e dei vantaggi delle due opzioni qui presentate e possa consigliarti l’alternativa più idonea.

confronta preventivi pompe di calore
 


Può interessarti anche